Alcuni dei componenti di una casa ecologica. Foto di Eco Green House

 

La costruzione ecologica viene presa sempre più in considerazione in tutto il mondo, a causa dei seri problemi provocati dal cambiamento climatico e dall’uso eccessivo delle risorse naturali. Le case ecologiche e l’uso di materiali ecosostenibili nelle costruzioni  sono qualcosa a cui il nostro paese sta lavorando già da diversi anni.

Oggi, 5 giugno, si celebra la Giornata dell’Ambiente e in Habitissimo vogliamo dare un piccolo contributo affinché si conoscano, diffondano e utilizzino prodotti per la costruzione ecosostenibile.

Ecco i materiali da utilizzare in una casa ecologica:

  • Pannelli solari per catturare l’energia solare e produrre energia elettrica.
  • Doppi vetri per evitare le dispersioni di calore e l’impiego eccessivo di energia.
  • Isolanti in fibre vegetali, cellulosa e sughero per isolare le pareti e i tetti.
  • Pavimenti installati su materiali isolanti.
  • Pannelli isolanti per l’isolamento termico e acustico in materiali come sughero, cellulosa o legno riciclato.
  • Installare un bagno a secco, illuminazione a basso consumo e/o tubi solari, rompigetto per l’impianto di irrigazione, riscaldamento a energia geotermica o aerotermica, elettrodomestici efficienti, raccoglitore d’acqua piovana, scaldabagno a energia solare e camini a bioetanolo.

Un dato interessante: i mattoni in laterizio cavi aiutano a isolare meglio dall’umidità e dai rumori.

Evitare l’uso di: alluminio, cemento tradizionale, ammoniaca, cloro, metalli pesanti, PVC, amianto, fibrocemento, isolamenti a base di polimeri e a pori chiusi.

Ovviamente, sono molto importanti l’ubicazione del terreno e il tipo di suolo su cui si costruirà l’abitazione. Occorre quindi parlarne con un architetto; in ogni caso, potremo rivolgerci a un radioestesista che si occuperà di rilevare le alterazioni geofisiche e le zone geopatogene mediante uno studio geobiologico.

Lo stesso vale per quanto riguarda il sole e il vento; in questo modo, potremo sfruttare al massimo l’energia solare e quella eolica. Di conseguenza, è prioritario valutare anche l’ubicazione e l’orientamento dell’abitazione.

Una casa ecologica è quella che riesce a combinare l’uso di energie alternative, il migliore orientamento possibile per sfruttare queste energie, giardini e piante che diano ossigeno allo spazio.