Oltre all’aspetto estetico, l’illuminazione dei locali commerciali riveste un ruolo strategico, in quanto diversi studi hanno dimostrato la stretta relazione tra la luminosità di un locale e l’esperienza di acquisto dei potenziali clienti. Inoltre non dobbiamo dimenticare che il concetto di illuminazione efficiente si riflette anche su altri aspetti quali il risparmio energetico.

Immagine di luxiona.com

Esistono diversi tipi di illuminazione ed altrettante tecniche di distribuzione e di applicazione in grado di catturare l’interesse del potenziale cliente; nel post di oggi ci occuperemo in particolare di come ridurre i consumi per ottenere lo stesso effetto luminoso.

Come risparmiare nell’illuminazione di un locale commerciale?

  1. Sicuramente il metodo più semplice è quello di sfruttare quanto possibile la luce naturale.
  2. Utilizza solo lampade a basso consumo e ad alto rendimento, come le luci LED, che tra i diversi vantaggi generano una luce fredda – disperde poco calore -. Tale aspetto influenza positivamente la bolletta elettrica in quanto l’ambiente si scalderà meno e non dovrai consumare ulteriore energia per accendere il climatizzatore e ripristinare una temperatura confortevole.
  3. Installa sistemi di controllo e di regolazione dell’illuminazione, come gli interruttori crepuscolari ed i temporizzatori.
  4. Il grado di illuminazione necessario è strettamente associato ai colori impiegati nell’arredamento del locale. Ricorda che le tonalità chiare riflettono la luce, di conseguenza potrai utilizzare meno lampade nell’illuminazione generale del locale.
  5. Esegui una manutenzione preventiva: programma la visita periodica di un tecnico che controllerà lo stato dell’impianto elettrico, mantenendo tutte le componenti in buone condizioni.