Foto archivio Habitissimo Italia.

Foto archivio Habitissimo Italia.

Il 79% dei professionisti del settore dell’edilizia privata in Italia ormai è digitale. Ad oggi, 1 azienda su 10 di quelle che si occupano di costruzioni o ristrutturazioni, riesce ad ottenere più del 50% dei suoi lavori grazie ad Internet e considera che questo sia lo strumento più efficace per far conoscere la propria attività al pubblico.

Durante un’inchiesta realizzata da Habitissimo nel mese di novembre, più della metà dei professionisti intervistati hanno affermato di aver dovuto ridurre i loro prezzi tra un 11 ed un 30% per poter continuare a lavorare. Nonostante tutto, la maggior parte di queste persone è ottimista rispetto all’attuale situazione economicae considera chein Italia sarà possibile uscire della crisi nei prossimi 12 mesi.

Palma di Maiorca, dicembre 2013.- Habitissimo, il sito di lavori edili online, ha realizzato nel mese di novembreun’inchiesta a più di 500 professionisti per conoscere i loro punti di vista sul settore, che tipo di lavori vengono loro richiesti e come si comportano i clienti in questo preciso contesto economico.

Il 79% delle persone interpellate ha ammesso che, vista la difficile situazione economica in Italia, ha dovuto ridurre i prezzi tra l’11 e il 30%. Sostengono che ormai tutti i clienti cerchino professionisti in grado di offrire una “buona relazione qualità-prezzo”.

Per quanto riguarda invece la realizzazione di lavori tramite Habitissimo, il 41% dei professionisti dice di aver potuto trovare lavori di ristrutturazioni per importi superiori a 1.000€, il 31% per importi inferiori a 1000€, mentre il 20% ha preferito non rispondere a questa domanda.

Internet, la miglior vetrina

L’inchiesta di Habitissimo mette comunque in evidenza il fatto che il 74% dei professionisti del settore in ItaliasceglieInternet come “vetrina” per far conoscere la propria attività. La maggior parte di loro possiede una pagina web ed un profilo in Habitissimo per pubblicizzare i propri prodotti o servizi al pubblico. Solo un 30% si fa invece conoscere tramite le reti sociali, mentre il 12% pubblica annunci con Google adwords. In percentuale drasticamente minore vi sono invece coloro che usano altri canali come per esempio l’e-mailing, i blogs, la pubblicità diretta, le guide con elenchi di professionisti, la posta, il passaparola o annunci in radio e Tv. Stando a queste cifre ed alle risposte dei professionisti stessi, Habitissimo conferma ancora una volta che l’Italia è un paese dove ormai usare Internet risulta indispensabile per mettersi in contatto con quelle persone che desiderano ricevere dei preventivi o che cercano professionisti per costruire o ristruttutare la propria casa.

Prospettive sulla situazione economica

Per l’inchiesta realizzata a novembre 2013, Habitissimo ha voluto sapere se i professionisti contattati credono che in Italia siano presenti le condizioni economiche, lavorative e contributive adeguate per dedicarsi ad un’attività imprenditoriale nel settore edile. La maggioranza ha risposto dicendo che “il panorama attuale è molto incerto” e che “lo Stato italiano non aiuta le piccole aziende”, “la crisi ha obbligato a ridurre i prezzi” e ancora che “la pressione fiscale è elevata”. Ciononostante, emerge un gran ottimismo e per ovviare a tutti gli inconvenienti sorti in questo periodo tanto difficile, i professionisti dicono di aver semplicemente modificato le proprie strategie commerciali per potersi adattare alla nuova realtà lavorativa, per ridurre i costi e per far crescere la loro attività.

Cos’è Habitissimo

In Italia, attualmente sono più di 50.000 i professionisti registrati in Habitissimo che sono riusciti a realizzare lavori di ristrutturazioni o di costruzioni richiesti da privati attraverso la nostra pagina web.

L’azienda è una multinazionale che opera anche in Spagna, Argentina, Cile, Brasile, Messico e Turchia. Nei suoi primi quattro anni di attività ha già ricevuto più di 500.000 richieste di preventivi di privati che desideravano realizzare lavori edili come ad esempio una costruzione integrale, una piccola ristrutturazione, un impianto, un intervento di tecnici specializzati, un lavoro di manutenzione, un trasloco e molti altri.