Negli ultimi tempi si sono moltiplicate le opere di costruzione di nuove abitazioni che sono state interrotte per ordine del costruttore. Il problema è che spesso alcuni condomini avevano già anticipato dei soldi per acquistarle. Cosa si può fare in questi casi?

cantiere

Se siamo interessati all’acquisto di una nuova casa, dobbiamo prestare attenzione a una serie di aspetti che garantiscano l’effettiva costruzione di una casa. In questo articolo ti diamo una serie di importanti raccomandazioni su come agire in questo caso: 

  1. Il principale inconveniente che potremmo trovarci ad affrontare è il fatto di aver anticipato una somma importante di denaro prima della consegna dell’abitazione. È probabile che durante il periodo di esecuzione dei lavori si verifichino e si accumulino dei ritardi, che possono avvenire per una sospensione dei pagamenti della ditta costruttrice o per qualsiasi altro motivo. Dobbiamo quindi analizzare le soluzioni possibili e metterle in pratica rapidamente.
  2. Prima di firmare il contratto, è necessario andare al catasto e verificare la proprietà dei terreni su cui la casa verrà costruita. Inoltre, occorre andare in Comune e verificare che siano state rilasciate le concessioni relative a quel progetto.
  3. Al momento di comprare casa occorre essere molto prudenti. Prima di firmare qualsiasi contratto con il costruttore, è bene richiedere l’avallo bancario. In questo modo, in caso di mancata consegna dell’immobile, si ha la garanzia della restituzione della somma pagata.
  4. Prima di procedere all’acquisto, occorre richiedere l’avallo e il contratto privato appena firmato. Se il cantiere si blocca, è possibile andare in banca per richiedere la restituzione delle somme versate e i rispettivi interessi. Naturalmente, una volta fatto questo si perde ogni diritto sull’abitazione.
  5. Infine, c’è la possibilità di attendere la conclusione dei lavori e richiedere, tramite un avvocato, il risarcimento di eventuali danni provocati dal ritardo.