La domotica è sempre più diffusa nelle nostre case ed è, senza alcun dubbio, un elemento imprescindibile se vogliamo risparmiare denaro sul consumo di energia.

luce

Se vuoi installare un impianto di questo tipo in casa, puoi scegliere fra due opzioni che ti presentiamo in questo articolo:

  1. Rilevatori di movimento: sono dispositivi che si collegano alla rete elettrica e al punto in cui si vogliano attivare, ossia, possono essere collegati sia alla corrente, sia all’impianto di aria condizionata. Si occupano di rilevare la presenza di persone tramite raggi infrarossi: ogni volta che una persona passa attraverso il fascio di raggi emesso dal dispositivo, si accende la luce. Inoltre, se la temperatura supera un certo limite, è possibile impostare l’attivazione di un ventilatore. È possibile regolarli a seconda della portata, del tempo in cui sono in funzione o della luminosità.
  2. Rilevatori crepuscolari: si attivano a seconda della luminosità dell’ambiente in cui si trovano, ossia, si spengono e si accendono in base all’eccesso o alla mancanza di luce. Possono essere collegati sia all’impianto di illuminazione, sia alle serrande, e costituiscono la soluzione ideale per ambienti esterni, soprattutto per giardini e terrazze. Oltre a permetterti di ottenere l’efficienza energetica, poi, sono dotati di funzioni antiintrusione per proteggerti dai furti.