Il bagno e la cucina sono le stanze che richiedono maggiori operazioni di manutenzione rispetto al resto della casa, in quanto tendono a sporcarsi facilmente.

Immagine di Azulejos Casañ,s.l.

Nel post di oggi ci occuperemo del bagno, un ambiente nel quale tendono ad accumularsi germi e sporcizia, rendendo fondamentale una pulizia profonda in ogni suo angolo. Per preservare la nostra salute e mantenere il bagno pulito, vi presentiamo alcuni consigli incentrati sulle zone principali che compongono la stanza:

  1. Prima di focalizzarci su aspetti specifici ricordiamo che in generale i pavimenti ed i rivestimenti possono essere puliti utilizzando un panno inumidito con un po’ di ammoniaca. Una volta eseguita la prima passata, seguiamo lo stesso procedimento, stavolta utilizzando un panno imbevuto con detersivo (previa verifica che il prodotto sia adatto al materiale dei nostri rivestimenti).
  2. Passiamo ai sanitari. Con il passare degli anni questi elementi possono assumere un aspetto ingiallito e questo rappresenta un motivo in più per eseguire una pulizia quotidiana, poiché se trascuriamo a lungo i sanitari possono venirsi a formare delle macchie difficili da rimuovere con il semplice detersivo. In questi casi possiamo utilizzare un panno inumidito con una miscela di acqua, varecchina e sapone, oppure, per rimuovere le incrostazioni, possiamo applicare una miscela di sale ed acquaragia.
  3. Oltre al detersivo, l’olio utilizzato per la cura dei neonati è un prodotto particolarmente indicato per la pulizia del box doccia.
  4. La pulizia dello specchio del bagno può diventare un’attività semplice e rapida se utilizziamo un panno morbido, inumidito con alcol e ammoniaca, che strofineremo sulla superficie eseguendo dei movimenti circolari. Questo punto, assieme ai primi due, rappresenta una delle operazioni che richiedono meno tempo nella pulizia del bagno.
  5. Infine, i rubinetti. Per pulire questi elementi dobbiamo prestare attenzione ai prodotti che utilizziamo, evitando di applicare sostanze abrasive; è consigliabile optare per un sapone neutro o per un prodotto specifico che farà tornare la nostra rubinetteria pulita e brillante, come appena comprata.

Come abbiamo sottolineato all’inizio del post, il bagno è una delle zone della casa nella quale si annidano maggiori quantità di germi e batteri, per questo è necessario pulirlo a fondo due volte alla settimana.