Ariel Cervantes Quintana, soporte Habitissimo Brasil

Ariel Cervantes Quintana è entrato a far parte del team di Habitissimo nel maggio del 2013 e da allora il suo compito è aiutare i professionisti che operano in Brasile a risolvere i propri dubbi sui servizi offerti da Habitissimo. Ariel ha cercato di entrare in Habitissimo con ogni mezzo, contattandoci attraverso la posta elettronica e facendo interviste fino ad entrare nell’equipe. Pur avendo origini cubane, Ariel parla perfettamente portoghese. Ha conseguito la laurea in biologia presso l’Università di Habana ed in questa intervista ci racconta quanto desiderasse lavorare per Habitissimo e tutto quello che ha fatto per entrare nel team.

-Quando hai cominciato a lavorare per Habitissimo?

-Ho cominciato nel mese di maggio 2013.

– Come sei finito qui?

– Quando ho lasciato Cuba, ho cominciato a cercare lavoro fino ad imbattermi nell’offerta pubblicata da Habitissimo su Infojobs. In quell’occasione non mi chiamarono, però sono rimasto affascinato da questa impresa, ho cominciato a investigare sull’Azienda, ho visto i video postati su Youtube e mi sono piaciuti molto; contattai Habitissimo per posta elettronica, spiegando chi fossi e quanto mi sarebbe piaciuto lavorare per Habitissimo, fin quando finalmente mi chiamarono e, dopo diversi colloqui, sono riuscito ad entrare nel team.

– Avevi già avuto esperienze di lavoro con imprese su internet?

– No, è stata la mia prima esperienza.

– Come era Habitissimo durante il tuo primo anno di lavoro?

– Molto simile a come è adesso, ma con meno personale. È incredibile quanto siamo cresciuti in meno di un anno.

– Quanti impiegati lavoravano in Habitissimo quando sei entrato?

– Credo circa 30 persone o poco più.

– Attualmente, qual è la tua posizione lavorativa e in cosa consiste?

– Attualmente mi occupo del ramo Supporto Brasile, lavoro direttamente con i professionisti che si iscrivono ad Habitissimo. Li aiuto a risolvere dubbi e difficoltà che incontrano navigando nel sito, per migliorare la loro esperienza con la pagina, rendendo quest’ultima uno strumento efficace per trovare nuovi clienti.

– Raccontaci cosa facevi prima di unirti alla famiglia Habitissimo.

– Dunque, a Cuba lavoravo come biologo, presso l’Instituto de Ecología y Sistemática; inoltre ho lavorato con l’impresa APEX, specializzata nella promozione delle esportazioni di prodotti brasiliani; qui impartivo lezioni di portoghese e mi occupavo di traduzioni simultanee, oltre a fornire consulenze agli imprenditori interessati al mercato cubano.

– Hai qualche aneddoto divertente sull’ufficio di Habitissimo?

– Credo che cominciare a lavorare con Habitissimo è stata una storia davvero lunga, perché dopo aver partecipato a tre colloqui di selezione, conoscevo già molte persone prima di entrare, solo attraverso i colloqui. Inoltre le email che inviai, le inviai senza preoccuparmi del destinatario, l’unica cosa che volevo era avere l’opportunità di lavorare con Habitissimo perché mi piaceva tutto di questa impresa.

– Qual è la cosa che ti piace di più di Habitissimo?

– Quello che mi piace di più è la possibilità di divertirmi lavorando, credo che è un aspetto fondamentale, in quanto se ti senti a tuo agio in posto, lo rendi tuo.

Ed ora una serie di brevi domande.

La cosa migliore che ti ha dato Internet: Libertà

Una città dove perdersi: L’Avana

Un paese da visitare: Inghilterra

Un libro: El diablo Ilustrado

Un disco: Qualsiasi disco di mio padre

Un piatto: Riso fritto (di mia madre)

Un sogno che vorresti realizzare: Quest’anno ne ho realizzati molti, però mi manca avere la mia famiglia unita

Cosa ti piace fare nel tuo tempo libero? Guardare film con le mie figlie

Quale periodo dell’anno preferisci? L’estate

Usi molto Internet durante il tempo libero? A tutte le ore