Chi abita solo tende a caricare almeno una lavatrice a settimana e la frequenza aumenta se si vive con la propria famiglia. Nei post precedenti abbiamo più volte sottolineato l’importanza del risparmio energetico; oggi affronteremo questa tematica parlando dell’utilizzo della lavatrice.

Immagine di Dean Holidays

Considerato che la lavatrice è un elettrodomestico essenziale, l’unica cosa che possiamo fare per limitare i consumi energetici è utilizzare questo apparecchio in modo responsabile; oltre al risparmio energetico, queste piccole precauzioni ci aiuteranno a ridurre i costi sulla bolletta.

  1. Separa i capi chiari da quelli scuri. Anche se può sembrare un aspetto ovvio, in realtà non lo è. Spesso per sbrigarci inseriamo abiti di colori diversi nello stesso carico, costringendoci a trascorrere del tempo a sbiancare panni, o addirittura a ricomprarli.
  2. Riempi la lavatrice più possibile. Cerca di attivarla solo quando è a pieno carico; se noti che i panni da lavare non sono sufficienti a riempire l’elettrodomestico, aspetta il giorno seguente.
  3. Non riempirla più del dovuto. Ogni lavatrice può sopportare un carico specifico in base al modello, generalmente compreso tra i 4 e gli 8 kg; non superare questo limite perché potresti danneggiare l’elettrodomestico.
  4. Evita le alte temperature. Se possibile, opta per programmi a basse temperature, poiché la maggior parte dei consumi energetici della lavatrice dipendono dal riscaldamento dell’acqua.
  5. Se devi acquistare una nuova lavatrice, opta per i modelli di classe A e superiore, che emettono meno CO2 e durano più a lungo. È un altro modo per risparmiare nell’utilizzo della lavatrice, anche nel lungo termine.