Qualsiasi lavoro di ristrutturazione che venga realizzato in un edificio comporta un investimento importante. Tuttavia, nel caso in cui si pensi di installare una rampa nel portone, questo non dovrebbe essere un problema, principalmente perché interessa persone anziane o affette da disabilità.

rampa

Pertanto, si può dire che i lavori verranno eseguiti per il bene di tutti, perché prima o poi tutti potremmo averne bisogno. Le case di recente costruzione sono già dotate di rampe o di altri sistemi per facilitare l’accessibilità a persone con disabilità o alle carrozzine per neonati. Se hai intenzione di richiedere l’installazione di una rampa nel portone, ti diamo alcune raccomandazioni: 

  1. Innanzitutto, devi rivolgerti all’amministratore del condominio e spiegare la situazione. Se ritieni di poter avere problemi, puoi contattarlo tramite lettera certificata. In questo modo la questione assumerà valore legale.
  2. Il passo successivo sarà la discussione del problema nell’assemblea di condominio. In caso di obiezioni, puoi appellarti alla Legge sulla Riforma del Condominio (l. 11.12.2012 n° 220, art. 5) che regola l’eliminazione delle barriere architettoniche. La spesa da sostenere non deve superare l’equivalente di tre mensilità delle spese comuni: se così fosse, si dovrebbe convocare un’ulteriore assemblea straordinaria e l’approvazione dell’intervento richiederebbe la maggioranza semplice.
  3. Una volta approvato il provvedimento, un tecnico competente si occuperà di realizzare il progetto dei lavori che andrà presentato al Comune. Inizialmente non ci saranno problemi, ma occorre assicurarsi di mantenere per la scala la larghezza minima prevista dalla normativa vigente. L’ultimo passo sarà rivolgerti ai professionisti del settore.
  4. Infine, potrebbe essere impossibile installare la rampa per mancanza di spazio. In questo caso, puoi installare un dispositivo che aiuta le persone affette da disabilità: si tratta del montascale, una sedia meccanica che si installa su un lato della scala.