Oggi quasi tutte le abitazioni dispongono di qualche utensile o parte di mobile costruita in acciaio inossidabile. Questo tipo di acciaio, oltre all’innegabile vantaggio che comporta la sua inossidabilità, risulta molto gradevole alla vista, grazie al suo colore puro e alla sua lucentezza che si intonano perfettamente ad ambienti come la cucina o il bagno. Ovviamente, l’acciaio inossidabile ha bisogno di una frequente pulizia, pertanto è senz’altro opportuno seguire i semplici suggerimenti che diamo in questo articolo.

Pulire l'acciaio inossidabile

Fonte: www.housecleaningperthwa.com.au

 

  1. In qualsiasi supermercato possiamo trovare prodotti studiati appositamente per la pulizia dell’acciaio inossidabile; sebbene il loro prezzo sia più elevato rispetto a quello dei prodotti generici o dei rimedi della nonna, la loro efficacia è più che garantita.
  2. Per chi voglia utilizzare i prodotti che ha già in casa invece di acquistare un prodotto specifico, l’opzione ideale è lavare l’acciaio inossidabile con una soluzione di acqua e sapone, che permette di ottenere un risultato eccellente semplicemente strofinando un panno imbevuto di tale soluzione sull’oggetto o sulla superficie da pulire.
  3. Anche l’aceto è un classico che viene spesso utilizzato per la pulizia dell’acciaio inossidabile, seguito dal limone, altro rimedio casalingo molto popolare che permette di raggiungere buoni risultati nella pulizia di questo tipo di utensili.
  4. Occorre anche tenere presente che, col passare del tempo, l’acciaio inossidabile può essere soggetto a imperfezioni, per cui vale la pena di sostituire gli attrezzi dopo un certo periodo, quando si notino macchie o difetti impossibili da rimuovere. Possiamo verificare la loro comparsa spruzzando sulla macchia un po’ di aceto o di limone e strofinando energicamente.