In generale sappiamo come pulire tutti i mobili di casa; tuttavia vi sono alcuni elementi d’arredo che richiedono delle attenzioni particolari durante le operazioni di pulizia periodica.

Immagine di Estudio Sta Mónica L´eliana Diseño Interior

Se ci limitiamo a pulire tutti i mobili impiegando la stessa tecnica, potremmo danneggiare i materiali più delicati. Uno di questi materiali è il legno, del quale abbiamo parlato nei post precedenti. Oltre al legno, esistono altri materiali che richiedono cure particolari, come il cartongesso. I mobili in cartongesso, soprattutto se di colore bianco, per mantenere il loro aspetto originale devono essere puliti in un modo specifico:

  1. Come sempre, vi ricordiamo di avere tutti gli strumenti a portata di mano prima di cominciare a lavorare. In questo caso abbiamo bisogno di una spugna togli macchia e molta pazienza.
  2. Ricordiamo che i mobili di colore chiaro esaltano anche le macchie più piccole e, a differenza dei mobili scuri, non nascondono eventuali raschiamenti causati da una pulizia troppo audace. Per questo motivo realizzeremo una prima passata con la spugna togli macchia, passandola sulla superficie in modo delicato, al fine di non danneggiare il materiale.
  3. Una volta terminato il passo precedente, asciughiamo la zona con un panno asciutto, in modo da rimuovere completamente la sporcizia presente.
  4. Oltre alla tecnica sopra descritta esistono altri metodi per pulire i mobili in cartongesso: se desideriamo rimuovere alcune macchie possiamo passare un panno umido. Si tratta di una tecnica più aggressiva rispetto alla prima; in alternativa possiamo utilizzare la gomma per cancellare che utilizzano i nostri bambini a scuola, è un altro ottimo modo per rimuovere le macchie.

Con questi semplici punti possiamo pulire qualsiasi mobile in cartongesso bianco che abbiamo in casa. È importante seguire questi consigli e non avventurarci in pratiche mai sperimentate poiché, ad esempio, il contatto diretto con l’acqua può danneggiare seriamente il materiale.