Negli ultimi anni si verifica una tendenza a realizzare costruzioni senza curarsi dell’ambiente circostante.

Immagine di www.diariodesign.com

Invece di arrivare ad una soluzione stabile, questo problema continua ad aggravarsi, con il rischio sempre più tangibile di distruggere l’ecosistema in modo irreversibile. Per questo motivo, alcune imprese innovative hanno cominciato a costruire edifici sostenibili, ovvero costruzioni caratterizzate dalle stesse funzionalità di altri immobili, in grado di rispettare l’ambiente. Nel post di oggi vi presentiamo alcuni punti chiave di questi progetti ecosostenibili:

  1. L’edificio è caratterizzato da un’orientazione sostenibile ed ecologica, con lo scopo di sfruttare tutte le risorse naturali presenti sul territorio, riducendo i consumi ed assicurando la salute dei suoi inquilini. Tutti fattori chiave tanto trascurati quanto necessari per proteggere l’ambiente.
  2. L’immobile così progettato ci aiuta a contenere i consumi energetici ed i relativi costi, con una riduzione che può arrivare al 10% rispetto alle abitazioni tradizionali. Oltre a questi benefici, la casa così costruita ha un valore maggiore, in quanto i progetti di costruzione degli anni a venire seguiranno tali procedure.
  3. Potremo sfruttare la pioggia, arrivando a riutilizzare più del 50% dell’acqua piovana, nonché la luce solare per i consumi energetici. Indubbiamente i pannelli solari diventeranno la risorsa energetica numero uno.
  4. Un altro aspetto fondamentale riguarda il riciclaggio. Tutti gli oggetti inutilizzati saranno riciclati, allo scopo di impiegare lo stesso materiale per realizzare nuovi oggetti, con nuove funzionalità.
  5. Infine, per beneficiare degli aspetti sopra descritti, le terrazze verdi rappresentano una componente fondamentale, della quale abbiamo parlato nei precedenti post. Grazie alle terrazze verdi, potremo disporre di abitazioni davvero sostenibili.

Questi sono i punti chiave che caratterizzano gli edifici completamente ecosostenibili, a basso impatto ambientale.